Psicologa - Psicoterapeuta

Dott.ssa Maria Elena Feltrin

Via Benedetto Cairoli n.66
51017 Pescia (PT)

Piazza Cesare Battisti n.10
51016 Montecatini T. (PT)
Cel 327-8957198
E-mail: m.elena.feltrin@gmail.com

Separazione e Divorzio

Al giorno d'oggi, la separazione e il divorzio sono sempre più frequenti, e per questo le coppie richiedono un sostegno psicologico per affrontarli in modo sereno e appropriato.

Molte persone credono che sia meglio che due genitori rimangano sempre insieme, preservando così il sistema dalla separazione, per il bene dei figli, dando a questi con il ruolo di collante familiare, la grande responsabilità di essere la base su cui poggia l'intera famiglia.

Questo perchè si crede che la separazione in sé generi un ambiente di vita aggressivo e ostile. Esistono situazioni in cui ciò non avviene, in quanto, genitori separati, ma sereni e soddisfatti, possono fornire un contesto sano nel quale i figli hanno l'opportunità di rispecchiarsi e trovare il proprio benessere, un luogo in cui la conflittualità esacerbata derivata dalla separazione, non prende il sopravvento.

E' possibile che, con la separazione, il genitore abbia la percezione di vivere un senso di fallimento e di frustrazione. I genitori possono essere colti, oltre che dal dolore relativo al passaggio delicato e stressante implicito nella separazione, anche dall'ansia per la gestione della vita dei figli, ignorando che, il modo di gestire la separazione, sarà un elemento centrale per gli stessi vissuti emotivi dei figli.

Alcune coppie vivono la separazione con forti sentimenti di colpevolizzazione verso l'altro; altre si separano in seguito a conflitti che contengono elevata aggressività; altre decidono di divorziare in seguito a ripetuti tradimenti, per altre ancora la separazione è una scelta condivisa, pacifica e serena anche per i figli.

In qualsiasi caso, gli effetti sulla vita familiare presente e futura dei figli saranno diversi a seconda del modo in cui è stata gestita la conflittualità e la conseguente separazione. I figli potrebbero reagire a questo momento di transizione con una forma di chiusura, mentre a livello interiore, si trovano di fronte a un momento di grande insicurezza. Il futuro diventa indefinito, la paura e l'ansia d'abbandono possono mescolarsi a sentimenti di colpa per la separazione dei genitori.

Quando tutti questi sentimenti superano una soglia critica, è possibile richiedere un sostegno psicologico che aiuti tutto il nucleo a contestualizzare questo momento, permettendo l'emergere delle sicurezze dei membri della famiglia e aiutandoli a gestire l'incertezza e l'insofferenza che inevitabilmente vivono.

I genitori possono richiedere un sostegno psicologico per elaborare la separazione, ritrovare la propria forza e definire un ruolo genitoriale diverso da quello coniugale, dato che anche se quest'ultimo volgerà al termine, il primo andrà avanti per tutta la vita. La separazione infatti non sancisce la fine della genitorialità.

I figli, di fronte all'apertura che i genitori possono mostrare nella consulenza, hanno la possibilità di smorzare la propria ansia dovuta a fantasie di colpa, rifiuto ed espulsione, fantasie che, se inespresse e non condivise in un contesto protetto e comprensivo come quello del sostegno psicologico, rischiano di minare a lungo termine la serenità dei figli e il loro modo di vivere le relazioni affettive.

L'intervento familiare, svolto dalla dott.ssa Feltrin, è un percorso rivolto a tutta la famiglia orientato a rendere meno diffficoltoso il momento della separazione anche attraverso una comunicazione aperta e chiara, che rivolge l'attenzione al perseguimento degli obiettivi con consapevolezza e lucidità.

 

Per maggiori informazioni contatta la dott.ssa Maria Elena Feltrin ai recapiti sopracitati o cliccando il seguente link:

Contatta la Dott.ssa Feltrin